Buscar

 


A short History of the Mattoli family

The Mattoli are a solid family that originates in Umbria.

Their roots go back to the XV century and to one of the family stock  formed by  Mattiolo or Mattolo, a Perugian physician in 1430, whose name appears in 1492 in Bologna as professor of medicine and from  Pier Andrea Mattolo, born in Perugia in 1501 that died in Trento in  1552, who was an Imperial medical doctor and Chief Pontifical physician.

The origins of the family go back, (even if  documents that ascertain this are not readily available due to certain destructive events of second world war) , to the Lombard stock of the Count Monaldo who, in  995, was mentioned in the chronicles as feudal lord of  Meode and his descendants appear in the chronicles and documents of the XII century with the names of Matteo, Matteolo and Mattiolo.

From researches carried out on this subject , the brothers Raniero Viviani and Guittone de Mattolus ; that are the grandnephews of the cited Count Monaldo, in  1134  result to be the donors of lands in the Gastaldato di Bevagna; in the History of Assisi  of  Cristofani, it is noted that Matteolo who in 1160 was Count of Assisi  and  Lord of Castelbuono and of  Torre del Colle; had included in these territories the town of Bevagna.
 
The Mattoli family settled in Bevagna in the XV century.

Their name in fact appears in the public registries of births and deaths of Bevagna in  all the following five centuries.

Members of this family   always covered the highest town offices and even that of Consul.
 
The last member of the family, that was honoured to have  possesion  of  the double patriciate (noble tittle) of Foligno and Bevagna, was Giovanni Battista Mattoli (1722-1796), who had nine daughters and one son that died in early age. In order to prevent the extinction of the Mattoli name,  the first born daughter Caterina Mattoli (1774-1817): married in Bevagna (on October  20  1794) to Biagio Modestini (1759-1811), that  belonged to an illustrious and prestigious family probably originating in Assisi ; on condition that the husband would have added to his surname that of Mattoli.

From their union the following were born ; Giuseppe, Luigi, Giovanni Battista, Agostino, Maddalena and Antonio.

Mattoli Home in Bevagna

As  per accords these  were all registered  in the  town hall  of Bevagna with the surname of Mattoli.
The family is also  registered in the Italian Official List of Nobility (Golden book of Nobility) with the  noble title of Bevagna, transferable to the descendants of both genders.

 The very old title of Noble is the first step toward the Nobiliary ascession and was granted because of particular merits obtained for deeds carried out in favour of the Country.



Una breve storia della famiglia  Mattoli


La famiglia Mattòli è una tra le famiglie che maggiormente hanno dato lustro alla città di Bevagna.  Una famiglia di solida tradizione umbra. La sua origine risalirebbe  prima del XV° secolo e ad uno dei ceppi formata da Mattiolo medico a Perugia nel 1430, il cui nome compare nel 1492 a Bologna quale professore di medicina;  e da Pier Andrea Mattolo, nato a Perugia nel 1501 e morto a Trento nel 1552, il quale fu medico imperiale (Sacro Romano Impero) ed archiatra pontificio (medico del Papa).  Le origini della famiglia risalgono, (anche se i documenti non sono piu’ facilmente reperibili a causa di gravi eventi della Seconda Guerra Mondiale), alla stirpe longobarda del Conte Monaldo che, nel 995, è presente nelle cronache quale feudatario di Meode ed i suoi discendenti ricorrono nelle cronache e nei documenti del XII° secolo con i nomi di Matteo, Matteolo e Mattiolo.  Da ricerche effettuate al riguardo dai fratelli Raniero Viviani e Guittone de Mattolus, pronipoti del detto Conte Monaldo, nel 1134 risultano quali donatori di terre nel Gastaldato di Bevagna, nella storia di Assisi del Cristofani si parla di Matteolo che nel 1160 era Conte di Assisi e Signore di Castelbuono e di Torre del Colle, territori compresi nel comune di Bevagna.

Da prima della metà del XV° secolo il nome della famiglia Mattòli ricorre continuamente nei libri pubblici di Bevagna, sia delle nascite che delle morti; nei successivi tre secoli i suoi migliori esponenti ricoprirono le massime cariche cittadine ed in particolare quelli di console.(Sindaco)

L’ultimo esponente della famiglia, che si onorava di avere il doppio patriziato di Foligno e Bevagna, fu Giovanni Battista Mattòli, il quale ebbe dalla moglie Anna un solo figlio maschio, Giacomo, che morì in tenerissima età e, tra il 1774 ed il 1800, ebbe ben nove figlie femmine.  Alla primogenita Caterina toccò il compito di mantenere il cognome della famiglia.  Infatti, ella accettò la proposta di unirsi in matrimonio a Biagio Modestini, a condizione che il marito avrebbe chiesto di aggiungere al suo cognome quello della famiglia Mattòli.

Dalla loro unione nacquero Giuseppe, Luigi, Giovanni Battista, Agostino, Maddalena ed Antonio, i quali furono registrati nei libri dello stato civile con il doppio cognome Modestini Mattòli.

Con il passare del tempo solamente Agostino primo e i suoi discendenti mantennero il cognome Mattoli.
La famiglia e’ anche registrata nel libro ufficiale della Nobilta’ Italiana (Libro D’Oro della Nobilta’ Italiana) con il titolo di Nobile di Bevagna.Titolo trasferibile sia ai maschi che alle femmine della famiglia.
Il titolo fu’ concesso per meriti ottenuti per atti a favore della Nazione.




.:: Agostino Mattoli ::.